Quando ti senti molto ansioso concentrati sul momento presente

Sembra quasi impossibile, al giorno d’oggi, non soffrire di ansia. Come mai? Cosa ci mette così in agitazione? L’ansia riguarda uno stato di agitazione che si presenta quando siamo proiettati verso il futuro. Un futuro che non possiamo controllare, ma che cerchiamo di controllare a tutti i costi! E così l’ansia aumenta. Sentiamo di dover tenere conto di ogni cosa, di ipotizzare, di prevedere ciò che succederà.

E mentre siamo così indaffarati a programmare, prevedere, prevenire il nostro futuro, ci perdiamo il presente. Che in realtà è l’unica vera dimensione su cui possiamo avere il pieno controllo, potere di azione e di pensiero.

E allora metti un attimo in pausa il futuro e concentrati sul presente. Cosa stai facendo ora? Cosa puoi fare ora? Meditare, camminare, alzarti e prendere un bicchiere d’acqua, chiamare qualcuno. Puoi fare qualsiasi cosa; il segreto consiste nel portare la nostra attenzione su ciò che avviene ora e capire come possiamo agire. Questo ci rende attivi, perché solo ora abbiamo potere di azione. Tutto ciò che riguarda il futuro è un’ipotesi, una prospettiva, spesso negativa, nella nostra testa. Come se dovessimo stare in guardia ed in allerta. Concentriamoci su ora, su adesso. Cosa posso fare, ora, per me?

Autore:

Psicologa dell'età evolutiva e psicoterapeuta ad approccio Strategico Integrato. Mi occupo di: coppie, adulti, famiglie, bambini ed adolescenti. Ansia, attacchi di panico, depressione, supporto alla genitorialità, lutto, sostegno psicologico, tecniche di rilassamento, ipnosi genomica.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.